annalisadesiata.it

Blog

Il mio Blog di interesse musicale

Corot in Italia fu catturato non solo dalla luce e le architetture, bensì anche dalla bellezza delle donne locali. Per un lungo periodo l'artista smise di dipingere solo paesaggi e iniziò a dedicarsi alla rappresentazione delle figure. I soggetti da lui preferiti erano perlopiù donne, popolane, raffigurate con un mandolino.

Maria Calace (1892 - 1968),[i] primogenita del liutaio Raffaele Calace Sr, fu un'abile concertista che dedicò tutta la sua vita agli strumenti a pizzico.

Ludwig van Beethoven che nacque a Bonn in Germania nel 1770 e morì a Vienna nel 1827. La sua stessa esistenza fu caratterizzata da profonde sofferenze, dettate per lo più da conflitti interiori, e dalla "punta di diamante" della sua sofferenza, la malattia, che lo rese sordo molto giovane. Uomo di grandi valori, ha sempre dimostrato un'acuta...

Il mandolino strumento antico e sempre attuale, malinconico e nostalgico, con la soavità e la grazia tipiche del temperamento femminile. Da quattro secoli a oggi, le donne, con una speciale predilezione per lo strumento, ne accarezzano le corde con abilità e materna dolcezza, evocando con il plettro sognanti atmosfere e intramontabili melodie che...

Gran parte della musica pervenuta, scritta per mandolino del XVIII secolo, fu composta per il prototipo di mandolino a quattro cori. Diversi furono gli strumenti costruiti a quattro ordini[1] incluso il mandolino conosciuto nel gergo comune come "barocco napoletano".[i] L'appellativo mandolino napoletano è stato usato per la prima volta dal...

Maria Scivittaro da nubile Margherita Boccadoro nasceva a Torino nel 1891. Mandolinista ecclettica riscosse grande plauso di critica e di pubblico già da bambina.

Un'ulteriore differenza si evince dalle figure qui presentate dell'artista francese dell'Ottocento Jean - Baptiste Camille Corot (1796 - 1875). Nell'immagine come "La Femme a la Toque", il mandolino è il simbolo di femminilità e sessualità.

Figlio d'arte è nato in un piccolo paese vicino Praga nel 1679 e ha studiato musica presso il collegio dei gesuiti di Praga. Ha trascorso gran parte della sua vita musicale a Dresda dove vi è rimasto fino la morte avvenuta nel 1745.

annalisadesiata.it